Home » Articoli » Torre di Paolo Emilio – La denuncia del M5S

Torre di Paolo Emilio – La denuncia del M5S

Riceviamo e Pubblichiamo un comunicato stampa del M5S di Belvedere Marittimo:

“Salve,

siam qui a denunciare lo stato di abbandono in cui versa la Torre di Paolo Emilio.

Quasi alle spalle del convento dei Frati Cappuccini, in direzione nord-est, su un’altura in localita’ Rocca, si trova questa importante opera architettonica.

La Torre di Paolo Emilio è una torre di guardia spagnola del XVI° sec.( e fa parte del comprensorio del Castello Aragonese di Belvedere), costruita con “costolone” orizzontale simile ad altre torri di avvistamento delle flotte saracene, dell’eta’ aragonese-catalana, esistenti nel tratto che va dalla costiera amalfitana a Reggio Calabria.

Giorni fa, il Sindaco ha dichiarato di voler acquisire il Castello (finalmente aggiungiamo noi). In attesa di questo importante evento, anticipiamo i tempi con una cosa molto più semplice: La Torre di Paolo Emilio, che sta cadendo a pezzi anch’essa come il Castello.

Noi ci siamo preoccupati e siam andati a fare la misura catastale del terreno che circonda la Torre.

E’ un terreno privato di circa 5.000 metri del valore commerciale di circa 10.000 euro (essendo il terreno non edificabile e non coltivabile). Quindi, si potrebbe acquistare questo terreno (incluso l’Atto) con 13.000 euro.

Questa è una cosa concreta che L’Amministrazione può fare immediatamente. Il Sindaco ha dichiarato di voler aprire un conto dedicato alle donazioni libere, cosicche’ chiunque possa dare un contributo per l’acquisto del Castello. Bene, noi pensiamo alle cose più fattibili nell’immediato e quindi invitiamo il Sindaco ad utilizzare questo conto per l’acquisto della Torre di Paolo Emilio.

Noi saremo i primi a versare il nostro contributo sul conto dedicato. Poi, una volta che la Torre tornerà patrimonio comunale, si potrà usufruire dei vari finanziamenti per far tornare la Torre agli antichi splendori.

Si narra di un tunnel che in passato collegava la Torre di Paolo Emilio al Castello Aragonese di Belvedere, collegamento che ovviamente nel corso degli anni si è interrotto a causa dei vari crolli.

E proprio riguardo al Castello Aragonese, abbiamo invitato il Sindaco tempo fa (tramite una lettera scritta in concomitanza del Senatore Nicola Morra) per un’incontro dove volevamo fornire tutta la documentazione riguardo l’iter di espropriazione del Castello (avendo seguito l’iter d’espropriazione del Castello di Palma di Montechiaro – Ag) ma ad oggi non abbiam ricevuto ne risposta e ne invito.

Crediamo che il tempo dei proclami sia ormai esaurito e che sia il momento di agire, il Sindaco si attivi subito ad aprir questo conto cosicchè possa iniziar subito la raccolta fondi per acquistare la Torre di Paolo Emilio.

Restiamo comunque fiduciosi di una risposta da parte del Sindaco quanto prima.”

Check Also

Sondaggio Belvedere Marittimo ElezioniBelvedere.it

Sondaggio 1: Chi potrebbe essere il nuovo Sindaco?

A meno di 1 mese dal rinnovo del Consiglio Comunale, entra nel vivo la campagna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *